Un grande progetto

55555b

L’erigenda Scuola diocesana di Organo e Musica sacra di Gorizia, assieme all’Associazione organistica del Litorale, ha iniziato assieme all’organaro Francesco Zanin il progetto di un nuovo ed importante organo a canne. Si tratta di un organo ispirato alle sonorità barocche tedesche che permetterà l’esecuzione delle opere del più importante compositore organistico, Johann Sebastian Bach, ma anche di Buxtehude ed altri compositori della scuola tedesca barocca. Sarà dunque un unicum nel nostro territorio (il primo del genere in tutto l’ex Litorale Austriaco, che comprende i territori di Gorizia e Trieste, il litorale sloveno ossia la diocesi di Capodistria, e l’Istria Croata).

Questo strumento verrà a colmare anche un vuoto storico, dovuto alle due guerre che hanno distrutto gli organi di scuola tedesco-austriaca presenti nel Goriziano.

Abbiamo deciso di dedicare l’organo alla figura del beato Carlo d’Asburgo, ultimo Imperatore. Questo perché uno dei fini della Scuola e dell’Associazione è proprio la collaborazione trasfrontaliera tra i popoli dell’ex Litorale. Il beato Carlo tanto si è prodigato per la pace tra i popoli e la fine della guerra, anche se era troppo tardi.

Il Kaiser-Karl-Orgel sarà uno strumento che canterà la gloria di Dio e la pace che porta il Suo regno. Oltre a proclamare e ricordare i valori cristiani dell’Europa, servirà a ricongiungere le relazioni tra i popoli, che nelle terre austroungariche convivevano in pace ed unità, fino all’affermazione dei nazionalismi che tanto hanno ferito le nostre zone.

Oltre a ringraziare in modo particolare Francesco Zanin per la sua disponibilità, desideriamo fin d’ora ringraziare di cuore tutti coloro che vorranno sostenere e promuovere questo grande progetto, che arricchirà ed eleverà la cultura del nostro territorio ed offrirà una grande occasione di formazione e sviluppo per le nuove generazioni.